ho marinato la scuola…e

ho marinato la scuola…e
Pero quel pomeriggio avevo la lurida una prof che non reggevo , una scusa buona per non andare.
non sapevo dove andare ,era un po’ che giravo senza meta e non sapevo cosa fare.
Avevo visto i cartelloni dei cinema, mi prendeva uno alquanto dubbio ,di Brass . vinsi la mia timidezza ed entrai nel cinema .presi il biglietto di galleria per non fare brutti incontri ,salii le scale, l’ambiente era scuro neanche vedevo dove andavo. Ero più o meno a meta mi infilai nella fila e sedetti nel posto laterale opposto.
Sembrava non vi fosse nessuno, il film comincio .E li mi accorsi che vi erano altre persone sparse per la sala
Mi misi comoda ,e cominciai a vedere il film. dopo un po’ tutta presa dal film, mi accorgo di due persone che si erano sedute ai miei lati .li guardai erano dai 40 in su normali ,la cosa non mi preoccupò, anzi .mi dette dei pensieri in testa da brivido per una brava ragazza come me .mentre ero tutta fissa sul culo dell’attrice mi accorsi ché vi erano mani non mie sopra le mie ginocchia, non so se ero spaventata o anche un po’ eccitata più che altro curiosa .lascia fare mi dissi fra me .sentivo le sue mani sopra la mia coscia ,attraverso il tessuto dei pantaloni. Sentii anche la mano dell’altro poggiarsi sulle mie ginocchia. non sapevo più che fare urlare ,fuggire o semplicemente restare .mi eccitava essere la preda o il desiderio di questi due. neanche li guardavo come erano, non mi interessava, non so se per il film o cosa ,pero ero decisa a continuare vedere dove si arrivava .Le mani continuavano sempre più insinuo sé a massaggiarmi le cosce. mi posizionai meglio sulla poltrona ,scesi un po’ con le gambe e appoggiai le braccia bene ai braccioli e fissa con il viso verso lo schermo ,anche se non vedevo le immagini del film.
Quello alla mia destra ,cerco e trovo con le dita ,la zip dei miei pantaloni ,senza sforzo li apri. Sentii le sue dita sulla mia pelle nuda ,che scendevano sul bordo delle mie mutandine, sentivo il mio respiro aumentare. l’altro era salito sopra i pantaloni fino al sesso , sentivo attraverso il tessuto le sue dita .
La seconda mano di quest’ultimo passo sopra il mio braccio e si poso sulla polo all’altezza dei seno .comincio a toccarlo con un movimento rotatorio .Il primo si era già infilato dentro le mutandine, sentivo le sue dita infilarsi nel mio sesso ,toccarlo e ritrarsi. sentii le mani dei due andare ai bordi dei calzoni infilarvi l’indice e tirare giù entrambi ,mi trovai con calzoni e mutandine alle ginocchia .le loro mani salirono all’interno delle cosce. Sentii un dito entrare nel mio sesso mentre altre dita giocavano sopra ,un’altra mano mi era entrata sotto la polo e stringeva il mio seno .abbassai gli occhi e vidi che ambedue avevano i loro membri fuori dalla patta dei pantaloni, erano li che svettavano .Mi irrigidii alla poltrona, allungai le mani verso di loro e mi impossessai di quei due membri.
Erano miei, seduta rigida ,pensavo a quello. Il mio respiro era affannoso, sentivo calore e piacere dal mio sesso ,non vedevo più le immagini del film ,ero in perfetta trance.
Salivo e scendevo con le mani in entrambi i sessi ,erano duri lunghi, le loro cappelle svettavano. Sentivo anche il loro di respiro che si era fatto più forte e ansimante. Il mio sesso era un lago, penetrato dalle loro dita che si facevano più insinuanti ,e scendevano entrando nel mio sfintere .Continuavo ad ansimare di piacere come una cagna .Lo decisi li per li ,mi guardai attorno vi era solo un’altra coppia che era occupata come me .scivolai giù dal sedile e mi posi davanti all’ avventore di destra ,che nel frattempo si era abbassato i calzoni. A due mani presi il suo sesso e lo posi nella mia bocca, non ero tanto avvezza a quella pratica ma mi piaceva molto ed era nei miei pensieri . Lo ingoiai completamente ,poi comincia un su e giù per il glande ,mi dava un senso di conito ,pero mi intrigava ,con le mani massaggiavo la base del pene e le palle ,e con la bocca continuavo il mio su e giù. Dietro di me il secondo ,si dava da fare sfilando le mutandine ,aprendo le cosce, e succhiandomi il mio sesso ,penetrandomi con la lingua sia nel sesso che nello sfintere .poi allargandomi le gambe, si posiziono dietro di me ,lo sentii aprire il mio sesso con le dita ,sentivo la sua cappella entrare piano piano dentro di me. Ebbi un sussulto e lui fu dentro .Sii mi sfuggi ,e i colpi furono sempre più lunghi penetranti e rapidi .Cercavo di tenere il ritmo con la mia bocca sul sesso dell’altro .Di colpo si bloccarono tutti e due ,il primo tolse il suo pene dalla mia bocca si alzo e si posiziono al posto del secondo il quale era già seduto di fronte a me .Con le mani raccolsi le palle e inghiottii tutto il membro per poi uscirne e prenderlo poco per volta .Aveva un gusto strano ,era il liquido vaginale ,ero bagnatissima sotto come non mai. Sentii penetrarmi il primo ma con molta meno foga dell’altro ,pero molto più profondo. Più mi penetrava più apriva le cosce ,con un dito comincio a sodomizzarmi. il secondo mi tiro su la polo e comincio a giocare con i miei seni .ero eccitantissima ,stavo avendo un orgasmo ,non capivo più nulla. Pompavo ,leccavo e venivo pompata non sapevo più dove ero ,sentivo il mio sesso e il mio corpo uscire da me ,penso di aver anche urlato non so .quando tornai in me ,ero distesa sul pavimento con sopra il viso un pene a penzoloni ,la bocca e il viso pieni di una sostanza bianca ,insapore e appiccicosa ,di fronte a me il primo continuava a penetrarmi. Mi fece un segno strano ,non capii ,lui mi prese i fianchi e mi giro .con le natiche verso di lui .Comincio a leccarmi sesso e sfintere e a penetrarmi con le dita in ambi i posti ,poi mi infilo la vagina ,comincia a darmi un movimento ,guardando in giro l’altro non vi era più ,era andato via .Lui continuava sempre più rapido e più piacevole ,di colpo si ferma lo estrae, lo posiziona sopra lo sfintere, cosa vuol fare non sono molto pratica li ,lo fatto un paio di volte ,e male noo. Non riesco a protestare ,lui e già dentro ,entra esce entra nella vagina due o tre volte fino a che riesce a entrare dentro lo sfintere ,che male quasi urlo ,eppure sto li come una scema che non aspetta altro .I suoi colpi si fanno più decisi ,tante che anch’io prendo il movimento con il bacino, cosi sembra quasi che mi piaccia .La sua mano scivola sotto il bacino, all’altezza della mia cuffietta e comincia a masturbarmi, violentemente .Il mio respiro si fa più veloce ,ed ecco che vengo di nuovo tutti i miei muscoli si irrigidiscono scoppio mi accascio sul pavimento .penso sia venuto anche lui il mio culo e tutto bagnato e appiccicoso .Non lo guardo neppure ,mi alzo mi riassetto ,prendo la borsa e schizzo in bagno .Entro mi chiudo dentro e mi pulisco come posso .Quando esco la sala e vuota non vi e più nessuno ,e nessuno incontro quando esco….non penso che andrò li a vedere altri film…almeno…

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir