come sono diventato un bravo cornuto 3

come sono diventato un bravo cornuto 3
Finalmente arriviamo davanti a casa sua ,lui con un telecomando mi apre il cancello del villino e mi dice di entrare con l’auto lungo il vialetto fino alla casa,per non fare troppo camminare mia moglie in quelle condizioni. Ubbidisco e mi avvio lentamente attento a non urtare le siepi lungo il percorso. Mi fermo davanti una porta di legno apro lo sportello ,scendo e vado per aiutare lei a scendere a sua volta. Lui mi blocca dicendomi che ci pensa lui e mi mette in mano le scarpe ,le calze e i pantaloni di Eleonora ,dicendomi anche di prendere nel baule gli zaini. Poi solleva delicatamente lei e si dirige verso il portoncino tenendola in braccio. Mia moglie gli stringe le braccia al collo e si lascia portare come una sposina nella tana del maschio. Io mi affretto a prendere tutte le cose e li seguo dentro la casa vedendo da dietro mia moglie nelle braccia di un altro con gambe e culetto nudo senza notare il minimo segno di fastidio o di pudore. Nel salone lui la poggia su un divano e mi dice di prendere qualcosa da bere da un mobiletto in fondo. Vorrei replicare qualcosa ma mia moglie mi fulmina con lo sguardo mentre dice che le farebbe piacere appunto bere un bicchiere di rosso. Individuo nell’ armadio vino e bicchieri e li servo mentre lei è sdraiata sul divano e lui vicino le carezza le cosce come prima in auto. La situazione è difficile per me ,sudo e sono in imbarazzo tremendo mentre vedo loro due brindare sorridendosi e scambiandosi un bacio. Sento le cose precipitare ma non posso fare nulla per oppormi. Lei mi lancia anche un bacino a distanza e un sorriso e mi dice di porgerle la sua borsa . prendo lo zainetto che si era portato dalla mattina e glielo do sulle mani. Allora Vittorio dice che la signora ha sicuramente bisogno del bagno per rinfrescarsi e mia moglie dice che ha ragione e gli chiede di portarla li,asserendo che sicuramente il maritino pancione non ce la farebbe. Fragorosa risata dei due che mi guardano in faccia mentre io abbozzo con una specie di sorriso ebete che mi si crea sul viso. Sono completamente nel pallone mentre li vedo avviarsi verso il bagno ,lei in braccio del maschio che gli sorride con malizia. Entrano li e mi rendo conto di poterli vedere se mi sposto nel divano dove prima sedevano loro. Mi posiziono lì e vedo bene mia moglie in piedi davanti allo specchio con la borsa in mano che cerca qualcosa dentro. Lui è alle sue spalle le tiene le mani lungo i fianchi e le parla all’orecchio facendola sorridere. Attraverso lo specchio lei mi vede e continua nelle sue manovre ,trova il rossetto e inizia a metterlo sulle labbra ,mentre le mani di lui risalgono sulla camicetta e la sbottonano lentamente fino a toglierla del tutto. Lei mi sorride sempre mentre vedo che poggia il suo didietro bene sul pube del maschio,restando in reggiseno e micro slip tra le sue mani. Mi guarda mi continua a sorridere mentre il suo reggiseno cade sotto il lavabo e le mani dell’uomo le afferrano saldamente il bel seno bianco. Subito i capezzoli di Eleonora si gonfiano, chiude gli occhi e si lascia palpare bene dal maschio che da dietro la bacia sul collo. Poi riapre gli occhi mi sorride si gira verso il maschio e gli sbottona la camicia e i pantaloni,poi guardandolo con un sorriso malizioso scende lentamente all’altezza del suo pube .
Gli abbassa i boxer e fa saltare fuori il grosso membro di lui. Lo vedo ora in tutta la sua lunghezza dallo specchio e devo dire che è enorme e percorso da vene gonfie. Così gigantesco rispetto al mio cosino. Vedo mia moglie che lo soppesa e poi forse ricordandosi di me lo fa un po’ girare in modo che anche io lo veda bene dallo specchio . Mi guarda , mi sorride tenendolo in mano come un trofeo e me lo esibisce. Essendosi girata a quel punto anche lui mi vede dallo specchio e mi fa quello sguardo ironico che già avevo visto prima nel retrovisore dell’auto. Eleonora intanto comincia a leccarlo lentamente iniziando dalla cappella e poi lo succhia con tanta passione che vedo il suo rossetto appena messo depositarsi sul grosso arnese. Dopo qualche minuto in cui lei si esibisce con la bocca la vedo rialzarsi e guardandomi attraverso lo specchio mi dice di venire in bagno mentre tiene sempre stretta nella mano destra il membro di Vittorio molto gonfio. Mi sento morire dalla vergogna e dall’umiliazione di farmi vedere da loro e non mi decido ad alzarmi dal divano. Allora sento Vittorio che con voce possente mi dice di venire subito senza perdere altro tempo. Controvoglia mi alzo e con le gambe tremanti vado verso il bagno, mentre li sento parlottare sottovoce. Arrivo e mi si ripresenta quanto avevo già visto prima ,mia moglie in piedi nuda solo col perizoma che tiene nella destra come uno scettro il grosso pisello di Vittorio.Lui mi guarda e mi dice di sedermi sul wc che era il posto giusto per me onde vedere bene lo spettacolo che mi avevano preparato. Sei mio marito mi dice lei e hai il diritto di assistere bene a quanto fa tua moglie,te lo meriti. In pieno imbarazzo mi siedo ove indicatomi e lui la fa girare di nuovo verso lo specchio,mia moglie si piega in avanti. A 90° mentre lui le sfila il perizoma , Poi scende le allarga bene le natiche per leccarle la fica così bene esposta. Mia moglie si gira verso di me col viso e si informa se vedo bene .Poi per favorirmi ulteriormente la vista alza una gamba poggiandola sul lavabo. Cosi il suo sesso è totalmente esposto ai miei sguardi e vedo con quanta attenzione lui la stia leccando in ogni anfratto. Poi si rialza e lei si tiene con le mani le natiche bene aperte,riafferra con la destra il pene del maschio e lo indirizza verso la sua vagina. Vedo inoltre che inarca bene la schiena per favorire la penetrazione di lui ch e la afferra per i fianchi e inizia a spingere. Ho questa immagine a pochi cm dal mio viso e posso sentire e vedere tutto lo spettacolo che mi è offerto. Vedo lei aprire la bocca nel momento che lui la penetra e lanciare un urletto di piacere nell’accogliere dentro di se tutta la virilità del maschio. Poi si gira verso di me e mi fa notare come deve comportarsi un maschio con la donna mentre mi dice che sto bene in quella posizione ,magari potrei imparare qualcosa da lui. I colpi continui di lui la costringono a interrompersi mentre chiude gli occhi godendo del piacere che le dona il maschio. Vittorio mi domina con lo sguardo tiene bene per i fianchi mia moglie spinge con decisone il suo attrezzo dentro il sesso di lei . Passano una decina di minuti in cui credo di essere all’inferno o in un delirio scandito dai sospiri dei due amanti fin quando con un ultimo colpo vedo lui godere e anche mia moglie sconvolta dall’orgasmo. Dopo un minuto immobili i due si riprendono,sempre strettamente congiunti, si ricordano di me e la mia dolce signora mi dice . Ha ragione Vittorio caro sei proprio un cornuto nato,ma devi migliorare ancora nel tuo ruolo e siamo ben disposti a darti le lezioni che ti servono . Poi si gira verso il suo amante ,lo bacia e dice non ho un maritino cornuto perfetto. Lui la guarda e sorridendomi afferma che si aspetta molto di più da me. Un ultimo brivido mi corre lungo la schiena….

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir